BUSINESS CONTINUITY MANAGEMENT e DISASTER RECOVERY

Il processo aziendale di Business Continuity Management riguarda le attività finalizzate a predisporre piani di emergenza (Piano di Continuità Operativa o Business Continuity Plan – BCP) in grado di assicurare la continuità delle operazioni vitali per l'azienda e il ritorno in tempi ragionevoli all'operatività normale, laddove una situazione anomala interrompa i processi aziendali.

Il BCP di Help Line, Società del Gruppo Nexi, è finalizzato alla gestione di situazioni critiche conseguenti a incidenti di portata settoriale che colpiscano Help Line o le sue controparti rilevanti, quali fornitori di servizi di business, outsourcer e clientela primaria, nei limiti dei processi/servizi erogati, secondo le strategie scelte da HelpLine. Il BCP esplicita le responsabilità attribuite alle funzioni aziendali coinvolte nella Gestione della Crisi, unitamente alle procedure che consentono la riattivazione dell’operatività aziendale secondo tempi e priorità coerenti con quanto individuato nella Business Impact Analysis (BIA).

Le infrastrutture tecnologiche a supporto dei processi di business sono progettate, realizzate e gestite secondo criteri di resilienza e di disaster recovery (DR) che ne permettono il ripristino in tempi coerenti con quanto individuato nella BIA. Poiché l’erogazione dei servizi è svolta in collaborazione con outsourcer, i relativi presidi sono referenziati e costituiscono parte integrante del BCP.

 

 

 

L’attivazione delle soluzioni poste in essere per la gestione dell’evento anomalo viene effettuata dai Team Operativi di Business e di Supporto (livello operativo), a fronte delle decisioni prese dal Crisis Team di Gruppo (livello strategico) supportato dal BCM Team di HelpLine (livello tattico). Il BC Manager è il responsabile operativo della gestione della crisi e assicura il costante allineamento tra i vari livelli di gestione.

A fronte dell’analisi dei rischi di carattere idrogeologico, sismico, industriale e meteo-climatico, la strategia di continuità operativa di HelpLine, a fronte del verificarsi di situazioni anomale che coinvolgano le sue sedi operative, definisce come contromisura il trasferimento dei processi di erogazione dei servizi impattati presso altre sedi, proprie e di terze parti, sufficientemente lontane per non essere soggette agli stessi rischi.